A tre anni dal proprio album d’esordio, 0-25-50, Adriano Maria torna con It’s Me, undici tracce strumentali interamente suonate in studio e dal vivo, che raccontano la passione smisurata dell’artista riminese per il suo strumento, la chitarra, il mezzo con cui gli riesce più naturale e facile raccontarsi. It’s Me è un percorso denso di citazioni con le quali Adriano Maria ha voluto rendere omaggio agli artisti che hanno maggiormente segnato la sua formazione musicale. Non c’è infatti da sorprendersi se ad un primo ascolto, i suoni vi porteranno a rivivere le chitarre di Nile Rodgers e George Benson così come quelle di Roy Buchanan e Jimmie Vaughan, le batteria di Jeff Porcaro e Steve Gadd, le bass-line di Jaco Pastorius e Lerry Graham, l’eleganza e la delicatezza dei fiati di Herb Alpert, il sax graffiante di Clarence Clemons, il pianoforte di Michel Petrucciani o le tastiere di Herbie Hancock.

È tutto voluto, tutto fortemente voluto. Tutto previsto. It’s Me è un disco funk, con un grande ritmo e tanta energia, un album potente, importante, suonato con carattere e arrangiato con grande amore e cura dei dettagli, da cui emerge la forza di volontà e la determinazione del proprio autore. Oltre alle dieci tracce inedite, merita una particolare citazione la personalissima versione di Isn’t She Lovely il capolavoro con il quale Stevie Wonder celebrò la nascita di sua figlia Aisha e considerato un esempio di contaminazione di elementi jazz ed elementi pop, quella contaminazione che rappresenta il fil rouge di questo nuovo lavoro di Adriano Maria.

Streaming & Download

 

News Releases

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.