• GAZZARA – Portrait in Acid Jazz

    Il nuovo album di GAZZARA, Portrait In Acid Jazz – il settimo nella discografia del gruppo – rivela un modo esemplare e subito riconoscibile di produrre musica legata al jazz, con un’attenzione unica sia all’impatto ritmico diretto che al piacere di un ascolto ricco di particolari. Abbandonata 20 anni fa la formazione allargata a sette elementi, il trio originale che ha fondato la band continua a lavorare sodo in studio esibendosi spesso in energiche performance dal vivo. Con l’aggiunta del prestigioso contributo all’album delle ospiti vocali Lily Latuheru e Yasemin Sannino, il nuovo materiale di GAZZARA riesce a ricreare l’atmosfera unica del periodo d’oro dell’acid jazz, quando il jazz e il funk flirtavano apertamente con il soul, la bossa, la disco e l’elettronica. Portrait In Acid Jazz è un album in cui le tipiche tracce strumentali che fanno battere il piedino (We Had A Ball, Jazid Wonderland) si intrecciano con equilibrio e balanço ai brani vocali di sapore gospel-soul (Heaven, Into The Night, Laces). Anche le atmosfere bossa/lounge e disco/funk mantengono un ruolo primario nel sound di GAZZARA, come dimostrano Jazz Is e Portuguese Soul. Un ritratto acid jazz che non è affatto una raccolta di cover, ma un album di tracce originali concepito e realizzato con una passione profonda per tutto ciò che può “girare” intorno al jazz, la vera scintilla da cui è sempre partito il lavoro della band romana, in studio come dal vivo.

    Il tastierista e compositore Francesco Gazzara, insieme a Massimo Sanna (basso) e Mauro “Mirtao” Mirti (percussioni) ha scelto da tempo di produrre sì musica legata al jazz, ma sempre fuori dal manuale – sia nelle tracce originali che negli arrangiamenti delle cover – ovvero altrettanto contemporanea ai trend del momento ma con qualcosa di unico e immediatamente riconoscibile. Ecco perchè nella discografia di GAZZARA non c’è un album che suoni come il precedente o il successivo, sebbene i singoli brani mantengano sempre un’identità legata al nome, una miscela distinta fatta di jazz, funk, bossa, lounge e influenze soul.

    Compra / Ascolta


Share

Related

  • PIERO MASCIARELLI – Black Gears Session

    Il secondo lavoro a proprio nome del chitarrista Piero Masciarelli rappresenta un cambio di rotta drastico rispetto ai lavori precedenti che lo hanno visto cimentarsi nei territori del jazz funk  (l’album con il trio Soul [&hellip

  • TIGER CLOTH – Love Evolutionary

    “Tiger  Cloth è  un blocco  fluido di artisti  che gravitano attorno  a singole pubblicazioni che  incarnano le inclinazioni di  ogni singolo membro. La cornice  di ogni opera come ferroso scheletro  ritmico rivestito da un grido.” [&hellip

We would like to hear your comment