OFFICINA ZOE’ – BABA SISSOKO – MAMANI KEITA – SOURAKHATA DIOUBATE

Due luoghi del Sud del Mondo entrambi depositari di tradizioni millenarie fondate sulle forme artistiche umane più semplici e quindi più profonde: le voci e le percussioni. Le voci come comunicazione ed espressione: così come le voci dei griot portano le notizie nei villaggi sperduti della savana, i canti di lavoro delle donne salentine scandiscono il duro lavoro nei campi. Le percussioni come battito vitale della terra e delle cerimonie: così come i tamburi africani fungono da veicolo di comunicazione e di trance nelle cerimonie tribali, il battito del tamburello salentino scandisce da tempi immemori le cerimonie di guarigione dal morso della taranta e portano fino a noi i ritmi dei riti dionisiaci. Un incrocio al Sud quindi, per un incontro originale e coinvolgente in cui la pizzica tarantata incontra i ritmi africani, la frenesia dei tamburelli dialoga con il talking-drum, il canto griko si fonde con la tradizione orale dei griot del Mali.

Tracking list:

[mp3t track=”” title=”01 Santu Paulo”]
[mp3t track=”” title=”02 Masaya”]
[mp3t track=”” title=”03 Lu rusciu de lu mare”]
[mp3t track=”” title=”04 Kele”]
[mp3t track=”” title=”05 Pizzica Tarantata”]
[mp3t track=”” title=”06 Tele'”]
[mp3t track=”” title=”07 Ferma Ferma”]
[mp3t track=”” title=”08 Yala”]
[mp3t track=”” title=”09 Cu lli suspiri”]

[clear /]

Ethnic / World Taranta / Pizzica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.