• Orfeo’s Dreams – You

    Orfeo’s Dreams è un progetto musicale nato nel 2014 ad opera di Domenico (D_Smoker) Urso, producer già presente sulla scena musicale bolognese dai primi anni del 2000 (Dubhash, Solid Crew). Dopo un paio di Ep all’attivo per l’etichetta Noisybeat, D_Smoker crea nell’inverno 2013 alcuni brani strumentali, caratterizzati dalla fusione di elementi dub, hip hop, dubstep e trip hop, su cui pensa di incidere delle voci. Durante i primi mesi del 2014 si trasferisce in Lussemburgo dove incontra Chantal Kirsch che presterà la sua magnifica voce e i suoi testi per il primo Ep di Orfeo’s Dreams Unbound mixato da Ezra al NoMad Studio e pubblicato da Elastica Records. Nel gennaio 2016 Domenico ritorna a Bologna, dove in agosto produce una compilation di remix del primo album (Unbound remixes) che vedrà la partecipazione di molti amici musicisti e che verrà pubblicata sul profilo bandcamp del progetto.

    A tre anni di distanza dall’EP d’esordio Unbound (Elastica Records, 2015) prodotto da Ezra, torna sulle scene Domenico “D_Smoker” Urso con il suo progetto Orfeo’s Dreams e pubblica il secondo EP dal titolo You uscito il 2 febbraio per IRMA Records. Sempre in coppia con la splendida voce di Chantal Kirsch, il producer bolognese confeziona un lavoro più maturo che poggia solide basi sul trip hop di matrice bristoliana e sulla old school dubstep, ma che lascia trasparire le influenze soul di Isaac Hayes e Erikah Badu, le sonorità di label come Hyperdub e Ninja Tunes e il sampling tipico dell’hip hop strumentale alla J Dilla, Pete Rock o 9th Wonder.
    You nasce durante i viaggi tra l’Italia e il Lussemburgo, e il sound risente di questo contrasto: le atmosfere cupe e fredde del primo lavoro, qui si pongono in secondo piano e si mescolano a melodie più calde e avvolgenti. Oltre la presenza di Chantal Kirsch alle voci, per questo EP Domenico Urso si è avvalso della collaborazione di altri musicisti come Cosimo “Cixxx j” De Amicis, Paolo “Pol Natty” Grana, Piergiuseppe “Wormhole” Collina, Davide Schipani e Carlo Altomare. Collina e Grana hanno anche preso parte anche al missaggio. Il mastering è opera di Max Paparella.

    You è la canzone d’apertura e title-track dell’EP. Non vuole essere una consacrazione della persona che abbiamo a fianco (il tu del titolo) o una celebrazione della persona amata. Non è una canzone d’amore ma piuttosto la descrizione una relazione con i suoi momenti felici ma anche quelli più bui. Gli ossimori dei versi servono a sottolineare la dualità di ogni rapporto.
    My Thrill è la traccia più tagliente dell’album. I suoni sono minimali e usati con precisione, quasi a voler descrivere un paesaggio sonoro onirico vasto e desolato. La voce di Chantal sembra quasi riecheggiare su uno scenario surreale creato sapientemente con riverberi e delay atti ad emozionare l’ascoltatore. Il testo (molto personale di Chantal) è allo stesso tempo un omaggio alla grande Billie Holiday, cantante amatissima dal gruppo.
    Dust è una ballata post-moderna. Le atmosfere elettroniche sono sovrastate da melodie e riff di chitarra e rhodes che incalzano l’ascoltatore e lo avvolgono in un groove lento e psichedelico. La linea di basso ripetitiva guida gli strumenti e la voce che si intersecano in un mosaico sonoro intriso di psichedelia e soul.
    Above the water è una traccia che unisce musica elettronica con chitarre effettate e delay dub. Ritorna il tema del viaggio che gli Orfeo’s Dreams avevano trattato anche nel primo EP. Il viaggio dell’uomo verso gli inferi di sé stesso, che rende irrequieti e insonni e che conduce spesso alla follia. Un viaggio come quello di Orfeo.
    Il remix di Cixxx j di Dust chiude il disco. Una versione danzereccia e molto italian style del brano, che riporta l’ascoltatore al pop degli Anni ’80. Sono lead synth e arpeggiatori ad accompagnare questa volta la voce di Chantal che calza a pennello anche su sonorità un po’ più datate.

    Ascolta qui


Share

We would like to hear your comment