Ascolta!

Come nell’omonimo thriller di Hitchcock del 1958 Vertigo (La Donna Che Visse Due Volte), Hammond
Express torna a mettere le vertigini alla bossa e alla lounge music con le sue sonorità vintage sempre al
servizio di composizioni orchestrate e cinematografiche. In fondo questa è la caratteristica principale del
progetto guidato dal tastierista Francesco Gazzara, fin dal primo album Rendez-Vous (2003), seguito dalla
parentesi soul di Another Steppin’ Soul (2011). L’organo Hammond – modello B3 con Leslie 760, anche quello
classe 1958 – che da il nome a questa caleidoscopica avventura musicale è al centro del sound, ma senza
cadere nella pedissequa imitazione degli irraggiungibili organisti jazz funk del passato. Vertigo Bossa è
infatti un album di sensazioni più che di assoli di genere, visionario e manciniano nell’apertura di “Harvest
Lounge”, latin e psichedelico nella title-track, modernista e groovy in “Chrysalis”, elegante e lounge in
“Jazz And Charisma”, urbano e glamour alla Sex And The City in “Esoterico”. I registri dell’Hammond variano
dal jazz al folk/progressive – tutte le otto tracce dell’album rimandano nel titolo ad altrettante storiche
label inglesi anni ’70 -, mentre chitarre acustiche, piano Rhodes, percussioni e basso elettrico (Massimo
Sanna) attingono spesso ad atmosfere carioca di matrice Azymuth e dintorni. All on board, il convoglio di
Hammond Express è tornato sul binario unico a rotaia groovy lounge!

Ascolta qui.

News Releases

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.