All’inizio doveva essere un disco sulle dipendenze, quelle fisiche e soprattutto quelle mentali. Un disco frenetico e teso. Poi ci si ritrova a vivere in un piccolo paese, quieto ed isolato in cui fare ogni giorno 45 km per andarcover_1500_72e a lavorare. I ritmi e gli ascolti cambiano ed i tempi per riflettere si dilatano e nascono 8 testi in cui parlare di morte, allontanamenti, tensioni amorose il tutto, però, abbracciato da un incredibile senso di pacificazione. Semplicemente questo giro si è badato più all’essenziale, perché questa volta più che pezzi abbiamo scritto canzoni”. Luca Mazzieri descrive così “II” secondo e nuovo album dei suoi Wolther Goes Stranger in uscita per Irma Records mentre il vinle è curato in collaborazione con La Barberia records e Laika mvmnt.
Una famiglia quella dei Wolther Goes Stranger unita nella musica quanto nella vita: tequila, birra, parole d’amore vissute o solo annusate, trapani da dentista, storie di vite attraversate o solo ascoltate, conigli, Luca Carboni ed un pop che non vergogna di essere messo in scena!

News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.