• MURUBUTU – Gli Ammutinati Del Bouncin’

    Gli ammutinati del Bouncin è il terzo album ufficiale di Murubutu, una  nuova raccolta di rap-conti, caratterizzati questa volta da un comun denominatore: il mare. Declinato in varie prospettive il mare è medium narrativo non solo in quanto ambientazione ma soprattutto come metafora. Il mare come bellezza, meraviglia e mistero ma anche come mezzo attraverso cui leggere fenomeni complessi come flussi migratori, detenzione, solitudine, aborto, disabilità. I brani hanno registri e suggestioni differenti che risentono dell’influenza di narratori diversi (Verne, Sepulveda, Sarabia, Pita, Pavese, Charrière, Zola… ) miscelati con storie raccolte sul territorio, ricordi di viaggio e studi.

    I rap-conti contenuti nell’album sono immersi nell’acqua come tante isole di un arcipelago che chi ascolta può visitare in successione, vivendone le differenti atmosfere, attraversando i dettagli dei variegati paesaggi; ognuna presenta messaggi immediati che si muovono in superficie e altrettanti significati che emergono solo dopo vari ascolti.

    Fra le collaborazioni oltre ai compagni de La Kattiveria anche Claver Gold, EasyOne, Dj T-Robb, Dia, Dank e Fresh Frinext. Alle produzioni importante è il contributo de Il tenente e Dj Caster (La Kattiveria) ma anche di Ice One, TriplexFila, Kaza, Dj Nio, Lambdabeat e Muria.

    Ascolta & Compra

    Read more »
  • MURUBUTU – La bellissima Giulietta e il suo povero padre grafomane

    Murubutu, al secolo Alessio Mariani, nato a Reggio Emilia, si avvicina all’Hip Hop all’inizio degli anni ’90. Dapprima writer e breaker trova la propria vocazione nell’Mcing attraversando le varie fasi storiche del Rap in Italia. Fondatore della crew La Kattiveria, dal 2000 comincia lavorare con i propri soci ad un Rap di diversa concezione rispetto a quello più diffuso ora nel mainstream ora nell’underground. L’intento è fare del Rap un mezzo espressivo per trasmettere contenuti di ordine culturale. Il risultato è un nuovo sottogenere musicale: il Rap Didattico, concretizzato nel 2006 dall’uscita dell’album Dove vola l’avvoltoio. Sulla scorta della contaminazione fra Rap, letteratura e saggistica, Murubutu intraprende un progetto solista, interamente dedicato allo storytelling, che lo porta a realizzare due album: Il giovane Mariani e altri racconti nel 2009 e La bellissima Giulietta e il suo povero padre grafomane nel 2011. Il primo album si caratterizza da subito con una forte struttura narrativa su cui rimane intensa l’attenzione allo stile. L’esperienza maturata rispetto a giochi linguistici, tecnica metrica e flusso si sposa con la volontà di raccontare storie ispirate ad ambientazioni fortemente connotate e personaggi esemplari (un centurione romano, un barbone parigino, una staffetta partigiana e addirittura Gesù Cristo redivivo). Se da un lato è un lavoro che si richiama alla scena Hip Hop italiana per sonorità ed espressività, dall’altro è forte la tensione verso una spregiudicata innovazione contenutistica. Nel secondo album la concentrazione sull’aspetto narrativo aumenta e caratterizza il lavoro con una forte curvatura cantautorale e accenti poetici; si tratta sempre di una raccolta di racconti (la storia di un giovane terrorista, un Artista tossicodipendente, un esploratore del XV° secolo, Ercole e le sue dodici fatiche….) il cui comun denominatore è esprimere la continua dialettica fra individuo e contesto al fine di valorizzare le possibilità di immedesimazione dell’ascoltatore. Negli album di Murubutu si riconosce la volontà di proporre un Rap italiano che veicoli contenuti prossimi al cantautorato emancipandolo da genere per soli adolescenti. 

    Ascolta & Compra

    Read more »
  • MURUBUTU – Il giovane Mariani e altri racconti torna in vinile

    Dopo la stampa in vinile de L’uomo Che Viaggiava Nel Vento e de L’ammutinamento del Bouncin continua l’opera di stampa su vinile della discografia completa di Murubutu. L’artista, insieme a Irma/Mandibola records e Self Distribuzione, annuncia la ristampa su vinile del suo primo album del 2009 dal titolo Il Giovane Mariani e altri racconti.

    L’edizione sarà in due diverse tirature: una di 300 copie limitata numerata con vinile colorato in verde e l’altra nel classico vinile nero. L’edizione sarà ancora una volta in vinile doppio, copertina apribile gatefold e con il poster della copertina, per l’occasione completamente ridisegnata dallo stesso artista dei due album già stampati su vinile: Julien Cittadino alias Capitan Artiglio.

    Acquistabile qui.
    In streaming qui.

    Read more »
  • Murubutu – L’Uomo Che Viaggiava Nel Vento e altri racconti di brezze e correnti

    COVER_Digital_OKQuesto nuovo disco è il mio quarto tributo al connubio fra musica rap e letteratura nonché il mio secondo concept album. I brani che lo compongono hanno tutti un comun denominatore: il vento.
    Il vento come agente atmosferico che nonostante il suo essere invisibile ha generato la vita e influenza così tanto la nostra esistenza. Il vento come viandante mai stanco in grado di visitare infiniti luoghi mutandone i contorni. Il pensiero come vento della mente, ora leggero ora incontrollabile.
    Il vento come medium narrativo attraverso cui raccontare fenomeni complessi come l’alfabetizzazione, la “diversabilità”, l’emarginazione, i matrimoni forzati, le spose di guerra, la patologia mentale in varie declinazioni.
    Infine il vento come poesia e risorsa: la title track stessa è un tributo ad un protagonista del vento, Angelo D’Arrigo, campione di volo con il deltaplano scomparso nel 2006.
    Tutti i racconti contenuti hanno registri e suggestioni differenti e risentono dell’influenza di narratori diversi come Biamonti, Bonnefoy, Curioni, Hesse, Rigoni Stern miscelati nella mia testa con approfondimenti storici e racconti popolari.
    I rap-conti contenuti nell’album sono come tanti luoghi, prossimi o remoti, attraversati da uno stesso vento che cambia nome e caratteristiche ma che assolve ad un compito che pare gli sia intrinseco da sempre: quello di raccogliere storie nel proprio grembo e conservarle per sempre in attesa che qualcuno le voglia leggere, quasi esistesse una memoria dei flussi d’aria.
    Le produzioni sono affidate in gran parte a beatmakers noti alla scena hip hop nazionale per il loro suono classico e caldo che bene si amalgama con le mie narrazioni. La forte identità di genere delle basi strumentali e la mia attenzione tecnica nella costruzione lirica vogliono essere una dimostrazione, rivolta soprattutto alle giovani generazioni, di come si possa realizzare musica hip hop senza tralasciare concetti e riferimenti che possano contribuire ad un crescita culturale di ampio respiro.
    Le collaborazioni al microfono oltre ai miei soci di sempre (La Kattiveria e Dj T-Robb) e a due talentuose voci femminili (Dia, Amelivia), è rappresentata da artisti  che considero tra i maggiori esponenti della scrittura alta nel rap in Italia: Dargen D’Amico, Ghemon, Rancore.
    Un altro rap è possibile.

    https://lnk.to/LuomoCheViaggiavaNelVento

    Read more »
  • MURUBUTU + LA KATTIVERIA @ BEAT-FULL FESTIVAL – PIANA DEGLI ALBANESI (PA)

    Read more »
  • MURUBUTU + LA KATTIVERIA @ LUNE IN PIAZZA FESTIVAL – S. MARTINO (RE)

    Read more »
  • MURUBUTU + LA KATTIVERIA @ BUKOWSKY PUB – MARINA DI RAVENNA

    Read more »
  • MURUBUTU + LA KATTIVERIA @ ROCKAFORTE FESTIVAL – TRECATE DI NOVARA

    Read more »
  • MURUBUTU + LA KATTIVERIA @ NOF CLUB – FIRENZE

    Read more »
  • MURUBUTU + LA KATTIVERIA @ BEKY BAY – BELLARIA (RN)

    Read more »
  • MURUBUTU + LA KATTIVERIA + OSPITI SUL PALCO @ XM24 – BOLOGNA

    Read more »
  • MURUBUTU + LA KATTIVERIA @ XM24 – BOLOGNA

    Read more »