• MONSIEUR BLUMENBERG ‎– Divertissement Avec Du Punk Rock

    Monsieur Blumenberg è il nome d’arte di Federico Montefiori, fratello gemello di Francesco e una metà del leggendario duo lounge Montefiori Cocktail. La prima uscita di Monsieur Blumenberg nel 2001 – Musique et Couleurs – è stata una meravigliosa, sperimentale, elettronica sinfonia lounge. Composizioni come L’Altra Sera al Ristorante, Sciabadabada, Caprice des Dieux e Escamotage fuse con improbabili campionamenti hanno creato una divertente, avvincente avventura geniale nella terra del musical sconosciuto.

    Il disco ha avuto un grande riscontro in molti paesi e in Italia è stato molto utilizzato dalle trasmissioni televisive, in particolare in alcuni programmi di punta come Le Iene, Mai Dire Goal, Zelig e molte altre. Sedici anni dopo Monsieur Blumenberg torna con una nuova release – Divertissement Avec Du Punk (Divertimento con il Punk Rock). Un altro allegro e colorato giocattolo, ma questa volta il buon Monsieur rende omaggio alla vecchia scuola Punk Rock. Sex Pistols, Clash, Ramones, Generation X, Iggy Pop, Talking Heads, Alan Vega dei Suicide e anche i Dead Kennedys sono tutti stati selezionati. In linea con la sua passione per la musica e il senso dell’umorismo, l’album è una sorta di salotto del Punk. Classici come London Calling, California Uber Alles e God Save the Queen e Anarchy In Th U.K. sono stati ampiamente rispolverati! L’album contiene anche due brani originali composti da Le Monsieur: la traccia del titolo di apertura e la molto sexy Sex, Bugs, Rock and Roll.

    Compra & Ascolta


Share

Related

  • Jazz For A Summer Day

    Come per il mitico film documentario sul Festival Jazz di Newport del 1958, uno delle pietre miliari della cinematografia Jazz, la copertina gioca con lo scintillio delle onde dell’acqua creando uno psichedelico gioco rilassante che [&hellip

  • EMANUELA CAMPANA – Fortissimo

    La musica ha sempre fatto parte della sua vita: Mina, Ornella Vanoni, Gino Paoli, Fred Buongusto, Bruno Martino, crescendo con questi miti, pur avendo vissuto l’adolescenza negli anni 80-90 nel periodo della new wave, ascoltava [&hellip

We would like to hear your comment