• KALWEIT AND THE SPOKES

    Kalwait_And_The_Spokes_Pic_04cKalweit and the Spokes è un progetto nato dall’incontro della cantante di Minneapolis Georgeanne Kalweit con Leziero Rescigno (oggi sostituito da Mauro Sansone) e Giovanni Calella. Tutti provengono da un panorama musicale diverso ma insieme hanno trovato una strada di ritorno alla purezza del suono. Una ricerca che spazia attraverso sonorità “old school blues”, folk e post-punk, rielaborate in una forma essenziale dove la canzone resta il centro focale. Sentieri intricati, reali o fantastici, talvolta ispirati a personaggi misteriosi e mitici come la diva del cinema muto Clara Bow o come nel brano New York Movie ispirato dall’ opera di Edward Hopper, descrivono l’immaginario poetico dei Kalweit and the Spokes. I testi, tratti da poesie e micro storie di Georgeanne, e musicati da Leziero e Giovanni riflettono da vicino il disagio socio-politico dei nostri tempi (Guns are Back e Split us in Two). L’album d’esordio Around the Edges è un disco dove la chitarra, la batteria e la voce sono gli ingredienti decisivi, ma non sono gli unici, organo, rumori, armonica e percussioni completano la tavolozza sonora. I brani nascono spontaneamente e a volte di getto come nel caso di Ice Man, dedicato ad Otzi, l’uomo trovato nel ghiacchio dopo piu di 5.000 anni nelle Alpi Italiane. Attraverso un lavoro di scelta accurata di immagini e sequenze prese da film che hanno delle tonalità familiari al suono, il live si completa creando quasi una performance sensoriale dove musica e coreografia s’intrecciano lasciando cosi spazio all’immaginazione dello spettatore. Dal vivo si percepiscono anche sfumature teatrali e misteriose che rendono il concerto un evento ricco di sorprese, senza penalizzare la natura rock’n’roll dello show. La band è stata impegnata in un’intensa attività live prima della pubblicazione dall’album. La necessità di far vivere le canzoni in una dimensione fisica a contatto diretto col pubblico rappresenta il punto di forza del progetto. I tre musicisti sono attivi nella scena musicale italiana da molti anni (La Crus, Amor Fou, Delta V, Vinicio Capossela) spaziando in diversi territori che abbracciano l’arte nella sue forme più svariate.

    La copertina dall’album infatti è un’opera della stessa Georgeanne, che si dedica parallelamente alla pittura.Around the Edges, è ispirato ai colori e agli odori della terra del Salento, e ai deserti dell’ American South West.

    Facebook

    KALWEIT AND THE SPOKES Discografia:

    Kalweit_And_Spokes_Mulch_Front

    KALWEIT AND THE SPOKES Video:


Share

Related

  • IRMA GOES INDIE: una compilation, una serata

    La IRMA records è la longeva etichetta italiana che quest’anno compie 25 anni. 25 anni in cui la IRMA ha fatto parlare di sè soprattutto a livello internazionale come pioniera della cocktail music e come [&hellip

  • KALWEIT AND THE SPOKES OSPITI A CATERPILLAR

    Freschi di pubblicazione con il loro ‘Mulch‘, i Kalweit and the Spokes saranno ospiti giovedì 17 a partire dalle 18:00 negli studi di Caterpillar, trasmissione di Radio Due Rai per presentare il loro album in un [&hellip

Discussion 2 Responses

  1. 9 gennaio 2012 alle 10:34

    Is that really all there is to it beacuse that’d be flabbergasting.

  2. 9 gennaio 2012 alle 10:37

    Your article perfectly shows what I neeedd to know, thanks!

Leave a Reply to Bardo